Alla Veco di Martinsicuro il problema ora è lo stipendio

martinsicuro-veco

Il 29 Gennaio la storica Fonderia la Veco di Martinsicuro ha riaperto i battenti dopo esser rimasta chiusa a causa della mancanza dell’AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale). ma ora non ci sono i soldi per pagare gli stipendi.

Per riavere la certificazione la fonderia prima della riapertura, la Veco ha dovuto eseguire 21 dei 54 punti di intervento necessari per rientrare nei parametri ambientali, mentre i restanti 33 dovranno essere conclusi entro la fine del 2016.

Ma chiusa una problematica se ne è aperta un’altra, perché vista la lunga chiusura dell’azienda, ora manca la liquidità per pagare gli stipendi ai lavoratori, già stremati da mesi senza lavoro.

“I Lavoratori non hanno più i soldi neanche per andare a lavorare” è il grido d’allarme del segretario Fim Cisl di Teramo Marco Boccanera, “L’azienda ha annunciato che per lo stipendio del mese di gennaio non ci sono soldi, al massimo riusciranno a versare 600,00€ a lavoratore, una somma irrisoria visto che i dipendenti della Veco sono senza stipendio da mesi. Ma un’altro grande problema è che L’Inps ancora non paga i contratti di solidarietà, bloccati da tempo a causa di alcuni problemi burocratici.”

Il servizio del Tg8:

L'autore

Federico Di Luigi
Nato a Teramo, iscritto all’albo dei giornalisti dal 2010, in questo anno inizia il lavoro di giornalista presso la redazione dell’emittente televisiva TVSei, nel 2012 entra a far parte come giornalista ed amministratore di un nuovo progetto editoriale “Latv dell’Adriatico” carica che a tutt'oggi ricopre. Dal 2013 lavora con Rete8 ricoprendo il ruolo di responsabile della redazione giornalistica di Teramo

Sii il primo a commentare su "Alla Veco di Martinsicuro il problema ora è lo stipendio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*