Marsica, chiede lavoro con la minaccia del coltello

fucino-agricolturafucino-agricoltura

Marsica, chiede lavoro con la minaccia del coltello. Un extracomunitario di 36 anni era così deciso ad ottenere un lavoro che non ha esitato a pretenderlo minacciando con un coltello la titolare di un’azienda agricola di Luco dei Marsi.

L’extracomunitario è entrato nell’azienda brandendo un grosso coltello; rivolgendosi alla donna con violenza, le ha ripetutamente chiesto un’occupazione. Al rifiuto dell’imprenditrice agricola, l’uomo ha dato in escandescenze agitando l’arma. All’arrivo del marito e del figlio della donna, messi in allarme dalla grida, si è dato alla fuga. L’extracomunitario è fuggito in bicicletta, ma poco dopo è stato raggiunto da una pattuglia dei Carabinieri di Luco dei Marsi. I militari lo hanno bloccato e disarmato e poi condotto in caserma, dove lo hanno dichiarato in stato d’arresto. Il coltello, che l’uomo adoperava per la raccolta dei finocchi nel Fucino – è stata sequestrato. Domani mattina, presso il Tribunale di Avezzano, si celebrerà il rito direttissimo, il 36enne dovrà rispondere del reato di violenza privata.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Marsica, chiede lavoro con la minaccia del coltello"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*