Marelli Sulmona: Si tratta per evitare nuovo sciopero

Marelli Sulmona: Si tratta per evitare nuovo sciopero con i sindacati ancora sul piede di guerra per i ritmi di lavoro ai quali sono costretti i circa 640 operai. Dopo ben tre assemblee e l’annuncio di nuovi scioperi i vertici aziendali hanno accettato il confronto.

La nuova turnazione, d’ispirazione americana, ed ormai adottata in tutti gli stabilimenti della Fiat Chrysler, non pare applicabile allo stabilimento di Sulmona dove viene realizzata componentistica per il nuovo Ducato, in una sorta di catena con la Sevel di Atessa. La Fiom Cgil, in particolare, lamentando lo stato di stress dei lavoratori, ha chiesto l’assunzione di 40 giovani lavoratori ritenendo insufficiente la proposta dell’azienda, cioè quella di far venire a Sulmona una trentina di lavoratori in prestito da altri stabilimenti. Nei prossimo giorni nuove trattative .

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Marelli Sulmona: Si tratta per evitare nuovo sciopero"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*