Luco dei Marsi, vedova truffata con l’aspersorio

Luco dei Marsi, vedova truffata con l’aspersorio da una donna che, nel giorno di Ognissanti, si è introdotta nell’abitazione con la scusa di volerla benedire.

Mentre l’Italia discute ancora sul caso Vanna Marchi – l’imbonitrice televisiva appena uscita di galera dopo la condanna per truffa e bancarotta – in un paese d’Abruzzo si aggira una finta sacerdotessa specializzata nell’arte del raggiro. Siamo a Luco dei Marsi, ed è qui che vive la vedova di 85 anni caduta nelle grinfie della truffatrice. E’ stata proprio l’anziana ad aprire la porta alla finta sacerdotessa, che con la scusa di benedirla con l’aspersorio, si è introdotta nell’abitazione senza insospettire la donna di fede. La “sacerdotessa” l’ha invitata a pregare ad occhi chiusi, invito che la donna ha raccolto con grande impegno e concentrazione spirituale. Lei intanto andava sul materiale, asportando dal cassettone del comò circa 7.000 euro, sostituiti – pare, ma chissà perché – da alcuni ritagli di giornale. Al risveglio dalla preghiera l’anziana si è trovata di fronte non un miracolo, ma la triste realtà: era stata derubata.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Luco dei Marsi, vedova truffata con l’aspersorio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*