Lo sviluppo della banda larga in Abruzzo

banda-largabandalarga

La Banda larga in Abruzzo viene potenziata, grazie all’accordo di programma siglato tra la Regione Abruzzo e il Ministero dello Sviluppo Economico.

Per sviluppare e migliorare le comunicazioni attraverso la banda larga in Abruzzo la Regione Abruzzo ha siglato un accordo con il Ministero dello Sviluppo Economico. Ammontano a circa 100 milioni di euro le risorse messe in campo dalla Regione per il potenziamento della banda larga in Abruzzo. Saranno serviti tutti i territori ha annunciato alla stampa il Governatore Luciano D’Alfonso illustrando insieme ai dirigenti del Sir, il servizio Sistema informatico regionale, l’accordo che l’Abruzzo, primo in Italia, ha siglato con il Mise, il Ministero dello Sviluppo economico .Nel campo delle telecomunicazioni e informatica, la banda larga indica generalmente la trasmissione e ricezione di dati informativi, inviati e ricevuti simultaneamente in maggiore quantità, sullo stesso cavo o mezzo radio grazie all’uso di mezzi trasmissivi e tecniche di trasmissione che supportino e sfruttino un’ampiezza di banda superiore ai precedenti sistemi di telecomunicazioni detti invece a banda stretta. Il presidente D’Alfonso, il direttore dell’Arit Sandro Di Minco, il dirigente del servizio Sistema informatico regionale Domenico Longhi e il responsabile dell’ufficio Società dell’informazione Domenico Lilla hanno  illustrato l’accordo e spiegato che attualmente le informazioni viaggiano su mulattiere ma in futuro procederanno speditamente su delle super autostrade.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Lo sviluppo della banda larga in Abruzzo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*