Legge elettorale: cosa cambia in Abruzzo

Con la nuova legge elettorale cambiamenti in vista per i collegi in Abruzzo. Al via in settimana l’esame del decreto nelle commissioni di Camera e Senato.

Martedì prossimo le Commissioni Affari costituzionali di Camera e Senato inizieranno l’esame del decreto sulla nuova legge elettorale che dovrà concludersi entro il 9 dicembre. Il Governo, infatti, ha trasmesso alle Camere il decreto legislativo con i nuovi collegi del Rosatellum 2.0 recependo senza modifiche il lavoro della Commissione tecnica. Non sono mancate critiche. La legge prevede 232 collegi uninominali alla Camera e 116 al Senato; ma cosa cambierà in Abruzzo? Per la Camera dei deputati, la circoscrizione Abruzzo ha 5 collegi uninominali, Teramo, Pescara, Chieti, L’Aquila e Lanciano, numero pari a quello dei collegi uninominali del Senato del 1993. Per l’assegnazione dei 9 seggi proporzionali sono stati costituiti 2 collegi plurinominali, uno costituito dai collegi di Teramo e L’Aquila con 4 seggi e l’altro costituito dai collegi di Pescara, Chieti e Lanciano con 5 seggi. Per il Senato, per la costituzione dei collegi uninominali spettanti alla Regione, sono stati utilizzati i collegi plurinominali definiti per la Camera. Mentre è costituito un solo collegio plurinominale, che coincide con il territorio della Regione, con cinque seggi. In Totale la regione conserva i 21 seggi della precedente legge elettorale.

 

 

 

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Legge elettorale: cosa cambia in Abruzzo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*