Lavoro in Abruzzo: 50 mila euro dal Selfiemployement

Lavoro in Abruzzo: 50 mila euro dal Selfiemplyement, il fondo nazionale promosso dal Ministero del Lavoro e rivolto agli iscritti del progetto Garanzia Giovani e che  avvieranno iniziative di autoimpiego e autoimprenditorialita’ attraverso l’accesso al credito agevolato.

L’accordo sottoscritto dalla Regione Abruzzo con il ministero del Lavoro prevede il conferimento di 2,1 milioni di euro nel Fondo rotativo nazionale, risorse che serviranno a finanziare iniziative di autoimprenditorialita’ di giovani abruzzesi. Il target di riferimento e’ quello del programma Garanzia Giovani Abruzzo, giovani tra i 15 e i 29 anni che non si trovano ne’ in situazione lavorativa, ne’ seguono un percorso scolastico o formativo (Neet), e in particolare riguarda gli iscritti al programma che hanno aderito alla misura 7A (autoimprenditoria e start-up) e 7B (accesso al credito). L’obiettivo di Selfiemployment e’ finanziare a giovani Neet prestiti a tasso zero per importi variabili da un minimo di 5 mila ad un massimo di 50 mila euro, erogati senza garanzie personali e con un piano di ammortamento della durata massima di 7 anni. Se un giovane Neet, iscritto al programma Garanzia Giovani Abruzzo 7A, ha un progetto per mettersi in proprio, pensa di avere una buona idea imprenditoriale ma non sa come ottenere finanziamenti, allora ha i numeri per accedere a Selfiemployment. L’accesso al progetto di autoimprenditorialita’ ha due momenti: una prima fase istruttoria dell’idea imprenditoriale, che sara’ portata avanti da Abruzzo Sviluppo; una seconda fase nazionale con la richiesta ad Invitalia di esame della fattibilita’ del progetto imprenditoriale. In caso di accoglimento del progetto, Invitalia eroghera’ il finanziamento per dare vita all’iniziativa avviando uno specifico percorso di tutoraggio della nuova impresa e non lasciando solo il giovane imprenditore. L’iniziativa riguarda gli iscritti alla misura 7A di Garanzia Giovani, ma anche i giovani che hanno sottoscritto il Patto per misure diverse possono chiedere di essere trasferiti nell’azione 7A per avviare Selfiemployment.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Lavoro in Abruzzo: 50 mila euro dal Selfiemployement"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*