Lavoro Abruzzo: 13 mila occupati in meno

lavoro111

 13 mila occupati in meno e aumento dei voucher nel primo trimestre del 2016. Le richieste della Cgil Abruzzo alla Regione.

Nel primo trimestre del 2016 in Abruzzo si registrano 13 mila occupati in meno rispetto all’anno precedente di cui 9 mila sono donne. Nel 2015 gli occupati erano 494.000 da gennaio a marzo scorsi  sono diventati 491 mila. I contratti a tempo indeterminato nel 2015 erano 16.980, nel 2016 sono 9.560. Aumentano del 44% i voucher che nel 2015 erano 629.157 e nel 2016 sono passati a 908.189. All’aumento delle esportazioni non corrisponde un incremento dell’occupazione e il tasso di disoccupazione  in Abruzzo è del 12,7% evidenzia il segretario regionale della Cgil Sandro Del Fattore che chiede ai presidenti delle regioni del Mezzogiorno di aprire una vertenza presso il Governo per riaprire il flusso delle risorse ordinarie in conto capitale che in questi ultimi anni sono state tagliate. La Cgil sollecita il Governo regionale a risolvere le crisi industriali sul territorio e una efficace programmazione dei fondi comunitari 2014-2020 concentrandoli in programmi in grado di produrre effetti benefici sulle piccole e medie imprese.

Il servizio del Tg8:

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Lavoro Abruzzo: 13 mila occupati in meno"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*