L’Aquila: valanga a Pizzo Cefalone, muore dirigente Università Pontificia del Vaticano

A Pizzo Cefalone una valanga si è staccata dalla parete della montagna ed ha travolto ed ucciso il direttore di un dipartimento dell’Universita’ Pontificia di nazionalità polacca mentre un altro si è salvato.

Un religioso di nazionalità polacca in escursione è morto sotto la valanga che ha colpito oggi Pizzo Cefalone sul versante aquilano del Gran Sasso, a quota 2.500 metri d’altitudine.

La vittima è padre Jacek Oniszczuk, 51 anni, direttore del Dipartimento di Teologia Biblica della Pontificia Università Gregoriana di Roma.

F895B9D1-698C-4A9C-BB3A-E4307244742B

A dare l’allarme è stato un sacerdote connazionale che è sfuggito alla slavina. Gli uomini del Soccorso alpino della Guardia di finanza e del Corpo nazionale soccorso alpino, hanno raggiunto a piedi la zona. Peter Dubrovski, rimasto fuori dal manto nevoso, è stato recuperato dai soccorritori dal piazzale di Fonte Cerreto,  in buone condizioni fisiche, anche se in stato di shock. Sul posto sono arrivate anche le due unità cinofile e assieme alle squadre a terra hanno fatto tutto il possibile nonostante le difficoltà incontrate per arrivare in quota.

 

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: valanga a Pizzo Cefalone, muore dirigente Università Pontificia del Vaticano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*