L’Aquila: spara al cinghiale che lo aggredisce, é grave

L’Aquila: spara al cinghiale che lo aggredisce, é grave un cacciatore di 65 anni di S.Pio delle Camere. L’incidente avvenuto domenica scorsa.

ne avrà per almeno 45 giorni, salvo complicazioni, un cacciatore di 65 anni di S.Pio delle Camere, ricoverato al San Salvatore de L’Aquila dopo essere stato assalito da un cinghiale al quale aveva sparato.  L’episodio, che poteva avere conseguenze tragiche, durante  una  battuta di caccia  tra i boschi di San Pio delle Camere. L’uomo ha incrociato un cinghiale e gli ha sparato con il suo fucile, riuscendolo a ferire. Quando si è avvicinato per abbatterlo, l’ungulato lo ha assalito, mordendogli le gambe ed altre parti del corpo. Tempestivo l’arrivo di un altro cacciatore che ha subito dato l’allarme ai soccorsi. Portato al pronto soccorso, l’uomo è stato operato e sottoposto a una forte cura antibiotica. La prognosi di guarigione è di 45 giorni salvo complicazioni.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

1 Commento su "L’Aquila: spara al cinghiale che lo aggredisce, é grave"

  1. FEDERICO BARTOLOZZI | 17/10/2017 di 19:52 | Rispondi

    Bellissima notizia, spero che il cinghiale si trovi bene di salute.

    Saluti a tutti i cacciatori.-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*