L’Aquila: rapina prostituta e perde il telefono, arrestato

L’Aquila: rapina prostituta e perde il telefono, arrestato un 36 enne che la notte del 15 agosto aveva picchiato e derubato una prostituta nigeriana.

Picchia e rapina una prostituta nigeriana ma nella colluttazione perde il telefono e per costituirsi un alibi non trova di meglio che denunciare il furto del cellulare da parte di un uomo di colore. Un aquilano di 36 anni e’ stato cosi’ arrestato dalla polizia non solo per rapina ma anche per calunnia. L’episodio risale al 15 agosto. L’uomo e’ stato identificato e bloccato dopo che la ragazza si era presentata in questura per presentare denuncia spiegando che, consumato un rapporto sessuale col cliente, quest’ultimo l’ha prima malmenata e successivamente rapinata di 120 euro. Prima di allontanarsi, pero’, ha perso il telefono. Gli uomini della Mobile hanno ricostruito la dinamica dei fatti e anche grazie all’analisi del tabulato telefonico ottenuto conferma di quanto dichiarato dalla vittima. L’aggressore, quindi, e’ finito agli arresti domiciliari.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: rapina prostituta e perde il telefono, arrestato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*