L’Aquila: Rapina al bancomat, arrestato

polizia-stradale

 

L’Aquila: Rapina al bancomat, arrestato un uomo di colore nel tardo pomeriggio di ieri in flagranza di reato dagli uomini della Squadra Volante. L’uomo sorpreso mentre tentava di derubare un giovane che aveva appena ritirato dei contanti da un bancomat.

Il tutto si è consumato in pochi istanti: un ragazzo ventiquattrenne dopo aver prelevato il denaro dal postamat é stato aggredito da un uomo di colore che ha tentato  di sfilargli i soldi bloccandogli il polso, ma vista la resistenza della vittima, lo ha spinto violentemente contro il muro, riuscendo così a portargli via circa 350 euro. Alla scena ha assistito un amico della parte offesa che era rimasto in auto: é stato lui a chiamare subito il 113, dando le descrizioni delle fattezze e degli abbigliamenti indossati dal rapinatore che viene individuato da personale della Squadra Mobile poco dopo la rotonda  tra via Croce Rossa, viale Corrado IV e via del Beato Cesidio. Lo straniero viene immediatamente bloccato ed identificato: addosso gli vengono trovati i soldi della rapina tranne quelli usati poco prima per comprarsi una birra in un bar limitrofo al luogo dell’individuazione.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: Rapina al bancomat, arrestato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*