L’Aquila: insediamento Accord Phoenix a rischio?

Finmek

L’Aquila: insediamento Accord Phoenix a rischio? A lanciare l’allarme è Giampaolo Biondi, della Fim-Cisl che sollecita l’approvazione dei due bandi relativi all’acquisizione dei siti dove dovra’ sorgere il nuovo stabilimento.

Secondo il rappresentante del sindacato “L’interrogazione presentata inSenato, il 15 settembre scorso, da sette senatori della maggioranza di Governo, relativa al contributo di 11 milioni di euro approvato da Invitalia, dopo un iter molto selettivo, come incentivo a favore dell’insediamento di Accord Phoenix nell’ex polo elettronico dell’Aquila, rischia di porre seri interrogati sull’operazione, gia’ rallentata da continui intoppi burocratici. Tra i firmatari dell’interrogazione parlamentare, proposta dal senatore veneto Pd, Gianpiero Dalla Zuanna, figura anche l’abruzzese Federica Chiavaroli di Alleanza Popolare Ncd-Udc. L’Accord Dovrebbe avviare un’azienda di trattamento di materiali e rifiuti elettronici (Raee), riassorbendo 120 lavoratori su circa 200, che usufruiscono degli ammortizzatori sociali, una misura in scadenza ad aprile prossimo. I ritardi nell’insediamento dell’azienda – afferma Biondi – porgono il fianco ad attacchi di natura politica e industriale come quello avvenuto in Senato, che rischiano di sollevare dubbi e polemiche sul finanziamento erogato all’azienda. Al momento, esistono due ordini di problemi: l’acquisizione dello stabile Finmek Solutions da parte di Accord Phoenix, la cui procedura e’ nella mani del commissario liquidatore di Finmek, Gianluca Vidal. Dall’altro, resta aperta la partita dell’acquisizione dei siti di proprieta’ del Comune. Anche in questo caso – aggiunge Biodi –  l’attuale affittuario, la societa’ Tecnopolo Abruzzo, deve rescindere il contratto decennale stipulato con l’amministrazione comunale. Facciamo appello a tutti gli attori interessati conclude la Fim Cisl –  in primis al sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente, che si e’ impegnato fortemente nella chiusura dell’operazione Accord Phoenix, al vice presidente della Regione, Giovanni Lolli,  e alla senatrice, Stefania Pezzopane affinche’ chiariscano, una volta per tutte, anche in sede di Governo, la centralita’ dell’operazione Accord Phoenix per il rilancio del territorio aquilano e il mantenimento dei livelli occupazionali”.

 

 

 

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: insediamento Accord Phoenix a rischio?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*