L’Aquila: in manette albanese per spaccio, resistenza e lesione

L’Aquila: in manette albanese per spaccio, resistenza e lesione a pubblico ufficiale, l’episodio la scorsa notte nella frazione di Coppito.

Si tratta di un giovane cittadino albanese di 20 anni, arrestato la  notte scorsa, dal personale della squadra Volante  per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Verso l’una circa gli operatori nell’ambito di un servizio di prevenzione e controllo, mirato alla repressione dei reati inerenti lo spaccio di droga, individuavano due giovani che stavano passando un involucro attraverso il finestrino agli occupanti di un’autovettura. I due spacciatori, notata la presenza della Volante, si davano a precipitosa fuga a piedi per le vie di Coppito tra le case disabitate, scavalcando alcuni muretti e recinzioni. Dopo un lungo inseguimento gli agenti riuscivano a bloccarne uno, che opponeva resistenza all’arresto, causando delle lesioni a uno dei poliziotti, mentre l’altro spacciatore riusciva a far perdere le sue tracce tra le case inagibili. Nelle tasche del ragazzo, sottoposto a perquisizione personale, venivano rinvenuti e sequestrati sei involucri contenenti cocaina per un peso lordo complessivo di grammi 3,3 e la somma di euro 100 in banconote di piccolo taglio, il tutto contenuto in una confezione di gomme.

 

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: in manette albanese per spaccio, resistenza e lesione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*