L’Aquila: gli agronomi ed il rischio valanghe

L’Aquila: gli agronomi ed il rischio valanghe, tema di drammatica attualità nella nostra Regione, se ne parlerà in un importante seminario a Palazzo Silone.

“Rischio ambientale e prevenzione valanghe: Una responsabilità pubblica e privata”, questo il tema dell’interessante giornata di studi in programma venerdì 23 giugno presso il Palazzo Silone, un momento di confronto e riflessione, organizzata dalla Federazione degli ordini dei dottori agronomi e dottori forestali d’Abruzzo. Si discuterà su proposte per un approccio interdisciplinare ed interistituzionale grazie alle relazioni di importanti esperti del settore. Dopo i saluti delle massime autorità regionali, si partirà con l’introduzione ai lavori attraverso una panoramica dei rischi ambientali e delle specificità nella nostra Regione. La mattinata proseguirà con una relazione sulle responsabilità degli amministratori pubblici e la gestione sistematica delle aree montane. Intorno alle 11.30, dopo il coffee break, verrà affrontato il tema delicato della legge regionale 47 del ’92, al centro di un dettagliato ricorso di un pool di avvocati, che difendono alcuni indagati per la tragedia dell’Hotel Rigopiano, secondo i quali le principali responsabilità per quella tragedia vanno ricercate proprio nella mancata applicazione di questa legge. Nello specifico si parlerà della funzione della Legge delle sue criticità operative e delle proposte di modifica. I lavori, attraverso relazioni su altre tematiche, andranno avanti fino alle 13.00 e dopo la pausa pranzo si riprenderà intorno alle 14.40 fino alle conclusioni previste per le 18.00. La partecipazione al seminario darà la possibilità di conseguire un credito formativo nell’ambito della Formazione Continua per i Dottori Agronomi e Dottori Forestali.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: gli agronomi ed il rischio valanghe"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*