L’Aquila: Biondi e sindacati chiedono fusione Ama Tua

L’Aquila: Biondi e sindacati chiedono fusione Ama Tua, ora i tempi sembrano essere maturi dopo il referendum favorevole dei lavoratori.

Un incontro urgente con la Regione per affrontare il nodo trasporti legato al passaggio di Ama in Tua è stato chiesto dal sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, che nel pomeriggio ha incontrato, insieme all’assessore alla Mobilità del capoluogo Carla Mannetti, le organizzazioni sindacali del settore (Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Faisa).

“I sindacati hanno ricordato che i lavoratori hanno espresso, con un referendum, la preferenza di una fusione di Ama in Tua – hanno dichiarato sindaco ed assessore – Di contro, il consigliere regionale con delega ai Trasporti, Camillo D’Alessandro, ha ribadito sin dal 26 maggio scorso che l’acquisizione dell’azienda aquilana in Tua sarebbe stata più agevole in vista di un futuro processo di fusione. Ad oggi gli impegni presi pubblicamente dalla Regione sono stati disattesi e non sono stati avviati gli atti preliminari né per la fusione tra le due aziende né per l’acquisizione di Ama in Tua”. “Ho raccolto e recepito le preoccupazioni dei sindacati – ha dichiarato il sindaco Biondi – e per questo il 31 agosto prossimo ci incontreremo con la Regione, con Ama e con Tua per definire un percorso che va concluso necessariamente, per legge, entro la fine di settembre”.

 

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: Biondi e sindacati chiedono fusione Ama Tua"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*