L’Aquila: aumenta l’imprenditoria del miele

mielemiele

L’Aquila: aumenta l’imprenditoria del miele. Nell’aquilano cresce una importante filiera.

L’Aquila: aumenta l’imprenditoria del miele. Nell’aquilano si registra un incremento di quasi il doppio di apicoltori negli ultimi 2 anni. Un settore in cui ci sono molti rischi dovuti a inquinamento e uso di prodotti tossici in agricoltura che possono avere serie ripercussioni sulla sicurezza alimentare. Il servizio veterinario della Asl effettua un monitoraggio ambientale convocando nel capoluogo di regione importanti specialisti e i vertici della Banca nazionale dell’apicoltura. In Abruzzo vi sono  950 operatori, tra singoli imprenditori e ditte, che svolgono questa attivita’. Una realta’ che fornisce alla filiera alimentare prodotti importanti come miele e pappa reale . Nei 37 comuni dell’aquilano si registra una notevole espansione: in due anni, dal 2014 al 2015, il numero di apicoltori e’ passato da 67 a 110, con 43 nuove attivita’ avviate lo scorso anno. Il servizio Asl, per la tutela e il rispetto delle norme a garanzia della collettivita’, si muove su due obiettivi per disegnare nuove strategie di tutela del settore per migliorare la professionalità dei veterinari sulla profilassi contro le malattie delle e didattica pratica sulle recenti leggi per la registrazione di nuove attivita’. Temi che saranno al centro del dibattito formativo da titolo ‘Nozioni di aggiornamento nel settore apicoltura’  in programma a L’Aquila il 26 febbraio , il 17 e il 18 marzo prossimi.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: aumenta l’imprenditoria del miele"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*