Ospedale di Lanciano- Sequestro di placche e viti in Ortopedia

Maxi sequestro di materiale chirurgico all’Ospedale di Lanciano, nel reparto di Ortopedia. Placche e viti in titanio nel mirino del blitz di Polizia.

A far scattare le indagini prima e il blitz poi la denuncia di un commerciante 56 enne di Lanciano sottoposto due volte nel breve volgere di alcune settimane allo stesso intervento chirurgico: gli erano state impiantate nella tibia sinistra placche e viti che si sono spezzate a pochi giorni dal primo intervento. Il provvedimento di sequestro disposto ieri dal pm Benigni ed eseguito direttamente in reparto, tra lo stupore di personale medico e pazienti, è teso ad accertare eventuali responsabilità da parte della ditta che fabbrica e commercializza il materiale sanitario oggetto dell’indagine. Ieri pomeriggio, intanto, il paziente che ha fatto scattare la denuncia è stato sottoposto ad un secondo intervento chirurgico sempre al Renzetti di Lanciano.

L'autore

Barbara Orsini
Laureata con lode in Scienze Politiche con una tesi pubblicata presso l’IILA di Roma, inizia subito l’avventura giornalistica collaborando con “Il Tempo” e con TVQ. Dal 2002 lavora per Rete8 dove si occupa di cronaca, politica, terza pagina, economia-sindacale e dove ha condotto la rubrica “Allo Specchio”. Ama leggere, viaggiare e declinare tendenze in tutte le sfaccettature.

Sii il primo a commentare su "Ospedale di Lanciano- Sequestro di placche e viti in Ortopedia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*