L’Abruzzo in tavola per la notte di San Silvestro

Per il cenone della notte di San Silvestro alcuni preziosi consigli vengono offerti dallo chef Maurizio Della Valle che predilige ingredienti del territorio abruzzese.

Dalla faraona, allo zafferano, alle lenticchie e ,per brindare, il moscatello: sono alcuni degli ingredienti made in Abruzzo consigliati per il cenone della notte di San Silvestro dallo chef abruzzese Maurizio Della Valle, titolare dell’osteria “La Corte” di Spoltore”. Una struttura inserita da Slow Food tra le migliori osterie d’Italia che propone una cucina del territorio fatta di ingredienti acquistati da piccoli produttori locali.

Se è vero che soltanto dagli anni 60 del secolo scorso in Abruzzo è iniziata la tradizione del cenone di capodanno e che rispetto al pranzo di Natale ,a base dell’ormai tradizionale “cardone” e tacchino, per la notte di San Silvestro non si può parlare di un menù prettamente abruzzese, ci pensano gli chef a colmare questa lacuna prediligendo i prodotti della terra “forte e gentile”. Tra le eccellenze ci sono zafferano e lenticchie della provincia de L’Aquila. Per il brindisi, allo champagne, si può benissimo preferire il moscatello oppure i tanti spumanti delle prestigiose cantine abruzzesi con l’augurio che il 2019 porti all’economia locale prosperità e sempre nuovi successi. Da non dimenticare che siamo tutti consumatori e quando acquistiamo i prodotti possiamo essere determinanti scegliendo il made in Abruzzo.

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "L’Abruzzo in tavola per la notte di San Silvestro"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*