La ruota panoramica a Pescara piace

La ruota panoramica a Pescara piace a cittadini e turisti interpellati dal Tg8  e vorrebbero che fosse in funzione anche di mattina.

Dopo due mesi e mezzo di attesa, la ruota panoramica di Pescara sabato sera è stata finalmente messa in funzione nell’area dell’ex mercato ortofrutticolo e l’incasso della prima serata sarà devoluto alle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto. Il via libera è arrivato sabato in mattinata, quando il dirigente allo Sportello unico per le attività produttive Gaetano Silverii ha firmato l’atto conclusivo che autorizza il funzionamento della ruota. Ma il permesso rilasciato da Silverii ha un tempo limitato, scadrà il prossimo primo ottobre, cioè tra poco più di un mese. Anche se ieri lo stesso dirigente ha assicurato che si potrà procedere con delle proroghe per prolungare la permanenza della ruota nell’area dell’ex Cofa. Abbiamo ascoltato il parere di cittadini e turisti sulla ruota panoramica di Pescara. Alcune persone chiedono che la giostra sia in funzione anche di mattina. A qualcuno non piace la location mentre c’è chi sebbene soffra di vertigini e non salirà sulla ruota consiglia ai più temerari di godersi il panorama della città dall’alto.

E, intanto, l’assessore Cuzzi precisa che “l’autorizzazione dell’Ufficio delle dogane di Pescara è fino al 6 gennaio”. “Dedico alle polemiche quella che spero voglia essere l’ultima risposta, per far notare che sul documento datato 28 luglio scorso, la scadenza citata e sventolata ai quattro venti ( da taluni individuata nel 21 settembre) come imminente non esiste”. 

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "La ruota panoramica a Pescara piace"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*