La Commissione italiana per l’Unesco candida la Perdonanza

laquila-perdonanza-unesco

La Commissione italiana per l’Unesco candida la Perdonanza Celestiniana.Oggi a Roma assunto l’impegno politico.

La Commissione italiana per l’Unesco candida la Perdonanza Celestiniana a bene immateriale dell’Umanità. Oggi a Roma è stato assunto l’impegno politico per  sostenere  l’importante realtà abruzzese nel prossimo ciclo, entro il 31 marzo 2017. Il Consiglio Direttivo ha deliberato, all’unanimità dei voti palesi, di trasmettere all’Unesco, oltre alla candidatura dell’ ‘arte dei pizzaiuoli napoletani, anche quella della “Perdonanza Celestiniana”, opportunamente rivisitata, differita nella valutazione nel Comitato Mondiale di quest’anno, con l’auspicio che possa essere presa in considerazione all’interno del numero prefissato dei siti a livello mondiale da valutare nell’anno 2017.

Il Presidente della Commissione Nazionale Giovanni Puglisi ha auspicato che “possa trovare accoglimento anche la candidatura della Perdonanza Celestiniana dà speranza ad un’area culturale e geografica del nostro Paese come la città dell’Aquila meritevole di ogni incoraggiamento e sostegno”.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "La Commissione italiana per l’Unesco candida la Perdonanza"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*