L’Aquila: uomo salvato dalla Polizia

Rissa-Pescara

Un cinquantenne è stato salvato dalla Polizia de L’Aquila mentre tentava di togliersi la vita presso la cava di sabbia  in località Pescomaggiore.

E’ stato provvidenziale l’intervento della Polizia che ieri  a L’Aquila è riuscita a salvare un uomo che tentava di togliersi la vita. Gli agenti della Squadra Volante, dopo una segnalazione giunta alla sala operativa della Questura, sono intervenuti presso la cava di sabbia denominata “Zugaro” in località Pescomaggiore. Lì hanno trovato un cinquantenne aquilano che si stava autolesionando con un coltello a serramanico. L’uomo aveva avuto un’accesa discussione in famiglia e si era allontanato a bordo della sua autovettura, in preda ad un forte stato di agitazione emotiva. I poliziotti, hanno perlustrato la zona ed hanno visto che l’uomo stava camminando pericolosamente lungo il costone più alto del deposito di sabbia. Gli agenti hanno cercato di intrattenere con il cinquantenne un lungo colloquio per farlo desistere dal proprio intento ma l’uomo ha iniziato a colpirsi ripetutamente al volto con il coltello per poi si è lasciato cadere lungo il precipizio.Allora gli agenti si sono diretti immediatamente giù per il dirupo ed hanno raggiunto l’uomo, riuscendo a disarmarlo e ad interrompere la rovinosa caduta lungo il precipizio. Dopo le prime cure del caso, l’uomo è stato accompagnato dal personale del 118 in ospedale dove è stato sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio.

Sii il primo a commentare su "L’Aquila: uomo salvato dalla Polizia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*