Jova beach party: in 33mila alla mega festa sulla spiaggia a Montesilvano

Fan in delirio a Montesilvano per il Jova beach party che, nonostante la pioggia, ha vissuto momenti di festa, conditi da sorprese riservate da Lorenzo Cherubini alle 33mila persone arrivate anche da fuori regione.

Il Servizio del Tg8:



Neppure il maltempo è riuscito a fermare, a Montesilvano, il Jova beach party, l’evento estivo che Jovanotti sta portando in giro per l’Italia. Nella città adriatica sono arrivati oltre trentatremila fan, come previsto dagli organizzatori, ed hanno assistito al concerto fin dalle prime ore del pomeriggio di ieri, 7 settembre, prima sotto il sole e poi sotto la pioggia. Sul mega palco Lorenzo Cherubini è arrivato, alle ore 16, in anticipo rispetto all’orario di inizio del concerto che era previsto alle 21, ed ha cominciato a cantare “Piove”.

L’obiettivo è stato raggiunto anche a Montesilvano: fare festa insieme, cantare e ballare, divertirsi sulle note di brani che hanno spaziato dai ritmi tribali al reggae, dai brani più conosciuti a quelli meno noti, ripresi con gli smartphone dai presenti che hanno partecipato attivamente facendo il coro al cantautore toscano al quale qualche stabilimento balneare ha dedicato i “Jovarrosticini”.

Il piano viabilità ha funzionato, così come il servizio navetta da Pescara, anche se non sono mancate le polemiche, soprattutto da parte di commercianti e cittadini non interessati all’evento, per il parcheggio dell’area di risulta della stazione ferroviaria di Pescara rimasto quasi vuoto visto che era destinato a 5mila posti auto al prezzo di dieci euro per la sosta tutto il giorno che era stata riservata soltanto a chi avesse il biglietto del concerto.

Sulla spiaggia di Montesilvano, invece, il clima di festa, come già detto, non è stato rovinato neppure da nuvole e pioggia. L’artista ha annunciato l’esibizione sui tre palchi del villaggio dei suoi ospiti  gli Ackeejuice Rockers, Albert Marzinotto, Andro Dj, i Pinguini Tattici Nucleari, la brasiliana Flavia Coelho e Afrotonix.

Il cantautore è tornato protagonista più volte, come insolito presentatore, e alle 18.30, ha vestito i panni di un capitano per celebrare il “matrimonio rock” insieme al regista Gabriele Muccino. Un wedding party per Anna Mazza e Oliver David Faieta, coppia montesilvanese che aveva pronunciato il fatidico sì in chiesa il giorno prima. Jovanotti ha anche ballato con la sposa e si è complimentato con lei per la bellezza del suo abito nuziale.

“Il beach party è nato non per risolvere il problema, ma per sollevarlo” ha detto il cantautore accogliendo sul palco il prorettore dell’Università d’Annunzio di Chieti-Pescara Augusta Consorti e il ricercatore Piero Di Carlo che hanno presentato un progetto finalizzato alla raccolta delle plastiche in mare.

La Questura di Pescara conferma: ” 33 mila presenze al Jova Beach Party”

In una nota della Questura di Pescara si legge che “Ieri sera sulla spiaggia di Montesilvano si è svolto l’evento musicale “Jova Beach Party” che ha richiamato la presenza di circa 33.000 spettatori provenienti dall’intero territorio nazionale.

L’impegno della Polizia di Stato, che insieme alle altre Forze dell’Ordine sono al lavoro da settimane per il rispetto delle misure di “Safety e Security “, ha garantito il buon esito di una manifestazione parsa sin da subito come l’appuntamento più delicato da gestire sotto il profilo dell’ordine e la sicurezza pubblica.

L’ordinanza del Questore di Pescara ha messo in campo, a partire dalle 8.00 del mattino e fino alle 7.00 del 7 settembre, più di 400 uomini e donne delle forze dell’ordine, permettendo il regolare svolgimento di un evento risultato privo di aspetti di cronaca rilevanti, nonostante le ragguardevoli criticità gestite e risolte nell’immediatezza.

L’appuntamento più sentito dell’estate pescarese 2019 si è quindi trasformato in una gigantesca festa a cui hanno assistito in serenità quanti hanno animato la spiaggia di Montesilvano fino a notte fonda”.

Le immagini sottostanti sono state  eseguite dal personale del XI Reparto Volo di Pescara:

Preparativi e piano sicurezza: 

Marsilio: “Jova beach party, una festa che promuove l’Abruzzo”

All’indomani del Jova beach party a Montesilvano il presidente della Regione Marco Marsilio in un comunicato stampa afferma che “E’ stata una grande festa di cui l’Abruzzo ha potuto godere grazie non solo a questo grande artista, ma grazie allo sforzo e alle capacità organizzative dimostrate dal Comune di Montesilvano.

Nel ringraziare il sindaco e l’amministrazione comunale di Montesilvano per aver voluto recuperare in pochi giorni la data saltata a Vasto, estendo il ringraziamento anche ai comuni limitrofi, che hanno collaborato attivamente insieme alla Prefettura, alle forze dell’ordine, alla Protezione civile per consentire lo svolgersi dell’evento in piena sicurezza.

Domani la giunta regionale delibererà un contributo al Comune di Montesilvano per la copertura delle spese straordinarie sostenute per la Protezione civile: la Regione, come già fatto con altri eventi di rilievo nazionale e internazionale, sosterrà sempre le amministrazioni capaci di rendere attrattivo e competitivo il nostro territorio“.

Il sindaco di Montesilvano De Martinis: ” Un evento perfettamente riuscito”

“Un evento riuscito a 360 gradi che non può che renderci felici, e questo anche nonostante qualcuno avesse parlato di disagi e anche di qualche polemica. È andato tutto benissimo e per noi è stato un grande successo, con una cartolina importante per la nostra città e soprattutto per l’Abruzzo che ha dimostrato di essere in grado di organizzare e ospitare un evento come questo con 30mila persone”. Così il sindaco di Montesilvano (Pescara) Ottavio De Martinis questa mattina nel corso dell’incontro con i giornalisti per fare un bilancio del Jova Beach Party di ieri sera, assieme all’intera Giunta, all’organizzatore Maurizio Salvadori, amministratore delegato Trident Music di Milano. “Permettetemi di ringraziare l’organizzatore Maurizio Salvadori, la Giunta, tutti gli uomini delle forze dell’ordine – ha aggiunto il sindaco – e tutti coloro che hanno lavorato e collaborato affinché questa manifestazione avesse questa riuscita. È stata una grande festa”.

Maurizio Salvadori, amministratore delegato Trident Music di Milano, che ha organizzato l’evento Jova Beach a Montesilvano, tenutosi ieri sera davanti a 33mila persone ha dichiarato che non farà causa al Comune di Vasto ed ha espresso soddisfazione per il successo del concerto di Montesilvano.

Così Salvadori: “Non farò causa contro il Comune di Vasto che secondo me non ha avuto responsabilità per il mancato svolgimento in città del Jova Beach Party, né contro altre persone che invece, secondo me, hanno avuto qualche responsabilità.

Voglio chiudere la vicenda e le polemiche e dico che Montesilvano  è stata una città fantastica. Fra le 15 città dove ho lavorato, Montesilvano è stata quella dove ho lavorato meglio. Le polemiche ci sono, come accade sempre, come è accaduto per esempio per quattro arbusti da tagliare, come se si stesse intervenendo nella foresta amazzonica. Ma credo che oggi il bilancio sia molto positivo.

Essere riusciti a fare questa benedetta data in Abruzzo è stato significativo, considerando anche i precedenti, ma abbiamo fortemente voluto questo evento e credo che sia il caso di evidenziare come questo sia stato fatto regalando a quasi trentamila persone una serata di festa.

Per adempiere alle procedure e al completamento dell’iter occorrono mesi, e invece a Montesilvano abbiamo fatto un miracolo organizzando tutto in dodici giorni, e per questo voglio ringraziare, oltre al Comune che sin dall’inizio ha mostrato un grande entusiasmo, il Prefetto di Pescara Gerardina Basilicata, tutta la Prefettura, il Questore di Pescara, che hanno dato anche prova di grande responsabilità, dandoci però fiducia per far svolgere questo concerto.

Questa di Montesilvano è la prova che quando si vogliono fare le cose, queste si possono fare e anche bene. Quando manca entusiasmo le cose non si fanno. Le 1500 pagine che noi produciamo per far svolgere questi eventi le avevamo presentate a Vasto come le abbiamo presentate a Montesilvano.

Grazie al dispiegamento di oltre 400 uomini delle forze dell’ordine, oltre a soccorritori, protezione civile, steward e volontari, così come confermato dalla Questura di Pescara, non si sono verificati problemi di ordine pubblico”.

 

Sii il primo a commentare su "Jova beach party: in 33mila alla mega festa sulla spiaggia a Montesilvano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*