Isolatori sismici difettosi: il sindaco Cialente scrive al governo

progetto-case

Una lettera al governo con una serie di richieste precise e urgenti sul progetto Case.

Sul quale da qualche settimana si è aperto un dibattito rimasto a lungo sopito, se non nelle ipotesi avanzate (e poi tramontate) dal sindaco già da un paio di anni, di collocare campus universitari in un paio di queste “new town” . A scrivere al premier Matteo Renzi è proprio il primo cittadino Massimo Cialente, che chiede di sapere “che cosa si deve fare del progetto Case”.

massimo cialente

 

L’Europa ha infatti contribuito a realizzare gli insediamenti post-sisma costati quasi un miliardo di euro, con 375 milioni del Fondo di solidarietà . Il nodo è sempre lo stesso da un po’ di tempo, in particolare da quando il capogruppo del Pd Stefano Palumbo ha posto in consiglio comunale la questione della programmazione di un futuro smantellamento del progetto Case: abbattere oppure riusare gli alloggi? E come riusarli?

Ipotesi sono arrivate dal M5s, dal presidente della Regione Luciano D’Alfonso e dalla senatrice del Pd Stefania Pezzopane che per motivi diversi propongono di riqualificare l’immenso patrimonio immobiliare post-sisma rispolverando la vecchia idea di Cialente di un campus universitario. Ma senza una diagnosi precisa sullo stato di salute delle strutture, in particolare sull’esistenza di migliaia di isolatori sismici difettosi, non si può muovere un dito.

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "Isolatori sismici difettosi: il sindaco Cialente scrive al governo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*