Interporto Manoppello: D’Alfonso segnala in Procura una convenzione

Interporto Manoppello: D’Alfonso segnala in Procura una convenzione della Giunta Chiodi che condiziona, a duo dire, tutto l’iter amministrativo.

Il Presidente della Regione Luciano D’Alfonso rivela solo ora un’iniziativa presa a febbraio scorso quando segnalò agli organi competenti, in particolare alla Procura di Pescara, una convenzione stipulata dalla ex giunta regionale a guida Gianni Chiodi, che conterrebbe della clausole tali da incidere negativamente sulla procedura amministrativa sia per la parte pubblica che per la parte privata. Parliamo di una struttura che non é mai decollata e che per molti anni ha vissuto solo grazie a fondi pubblici e che in virtù proprio di quelle clausole che il governatore ha segnalato ai magistrati, alla Regione non ha mai portato nessun beneficio. In sostanza, secondo la segnalazione, non sarebbero mai stati effettuati versamenti dovuti alla Regione per l’assenza di specifici capitoli di bilancio. Tuttavia, si spiega nell’informativa consegnata in Procura, l’assenza di specifici capitoli non costituisce impedimento al versamento di canoni dovuti alla Regione per fitti attivi sul patrimonio disponibile.

Sii il primo a commentare su "Interporto Manoppello: D’Alfonso segnala in Procura una convenzione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*