Ingegnere abruzzese ucciso in Venezuela

CelliUrsiCelliUrsi

Ingegnere abruzzese ucciso in Venezuela. Era originario di Penna Sant’Andrea. Assassinato da rapinatori per rubargli la macchina.

Ingegnere abruzzese ucciso in Venezuela. Si tratta del terzo abruzzese assassinato nel paese dell’America Latina. La vittima è Maurizio Alberto Celli Ursi, ingegnere di 54 anni, originario di Penna Sant’Andrea, che viveva nella capitale venezuelana. E’ stato ucciso da rapinatori senza scrupoli che lo hanno bloccato, mentre percorreva la strada tra Santa Lucia e Petare, per rubargli il suo Pick up Toyota Hilux. L’ingegnere  stato affiancato da una moto ed ha tentato di sfuggire all’agguato ma uno dei banditi gli ha sparato alla testa ed è morto sul colpo. Un’altra rapina conclusasi con l’uccisione di una persona di origine abruzzese. Prima di Celli Ursi sono stati uccisi Matteo Di Francescantonio di Popoli e Dino Rubens Tomassilli di Pratola Peligna.

Sii il primo a commentare su "Ingegnere abruzzese ucciso in Venezuela"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*