Incidente San Buono: Malore fatale per Pietro Di Fabio

Incidente San Buono: malore fatale per Pietro Di Fabio, il bidello di Cupello morto in ospedale dopo aver partecipato ai soccorsi.

Il fatto é accaduto giovedì lungo la Fondovalle Treste, nel territorio comunale di San Buono, Fabio Di Pietro, 47 anni, celibe, da poco assunto come bidello di ruolo, dopo 15 anni di precariato, ha colpito di striscio con la sua autovettura, una motocicletta, un incidente banale tanto che l’uomo é sceso dalla macchina per accertarsi che il motociclista non avesse riportato guai fisici. Subito dopo, però, Di Pietro si é accasciato al suolo, Inutile l’intervento dei sanitari del 118 ed il trasporto d’urgenza con un eliambulanza, al San Pio di Vasto, il cuore di Di Fabio ha smesso di battere in ospedale. Molto conosciuto a Cupello, Pietro Di Fabio, descritto come persona buona e sempre disponibile e generosa, stava vivendo, dicono gli amici, una fase felice della sua vita dopo aver ottenuto un incarico di ruolo come bidello in una scuola di Roccaspinalveti.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Incidente San Buono: Malore fatale per Pietro Di Fabio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*