Immigrati Abruzzo: Fi ” accoglienza, adesso è troppo”

immigrati111

Oggi a Pescara, in Prefettura l’apertura delle buste per le offerte di accoglienza di altre centinaia di profughi richiedenti asilo sul territorio provinciale. Insorge Forza Italia.

Sull’immigrazione in Abruzzo e sul nuovo flusso atteso nei prossimi giorni il capogruppo di Forza Italia alla Regione Lorenzo Sospiri, ha fatto sapere che in Prefettura, a Pescara, si sono aperte le buste per conoscere i nomi degli enti e delle organizzazioni che si sono candidate.I comuni che ospiteranno gli immigrati sono Pescara, Pianella, Manoppello, Turrivalignani, Penne, Alanno, Loreto Aprutino, Cepagatti.

Sospiri afferma “Continua il business dei presunti profughi su Pescara e provincia: 1.114 quelli che a giorni dovranno essere sistemati in alberghi o strutture che hanno dato la propria disponibilità. Parliamo di una procedura che, ancora una volta, costerà agli Italiani e agli Abruzzesi in particolare, altri 23 milioni 783 mila euro per coprire 305 giorni di ospitalità. Ancora un bando che – sostiene il consigliere di Forza Italia – è l’ennesimo esempio di assenza di una politica regionale capace di far valere le ragioni del territorio e la tutela dei cittadini, responsabilità esclusiva del presidente D’Alfonso e dell’assessore Sclocco. Per quanto riguarda i comuni che hanno adottato gli Sprar, come Montesilvano , secondo la normativa possono accogliere 2.5 profughi per ogni 1.000 abitanti, soluzione che è stata recepita dalla Prefettura di Chieti ma non sarebbe prevista nel bando della Prefettura di Pescara. Gli sbarchi, in Italia, stanno proseguendo in maniera incessante e che anche l’Abruzzo, dunque, dovrà accogliere immigrati, tutto questo a discapito soprattutto dei  “piccoli comuni che non hanno neanche le risorse necessarie per coprire, sotto il profilo dell’ordine pubblico, una tale operazione scellerata, che nulla ha a che fare con la presunta solidarietà, ma che piuttosto sembra andare ad alimentare un mercato su cui va fatta chiarezza. Tutte le responsabilità di questo fenomeno epocale sono scaricate sui sindaci e sui Prefetti. Ci si opporrà con tutte le forze al business dei migranti e che dietro la “solidarietà di facciata si nasconde un vero e proprio affare.”

IL SERVIZIO DEL TG8:

 

 

 

1 Commento su "Immigrati Abruzzo: Fi ” accoglienza, adesso è troppo”"

  1. david celiborti | 01/07/2017 di 13:04 | Rispondi

    E’ proprio impossibile far cambiare idea ai politici in primis al nostro capo dello stato mattarella, che ogni giorno dovunque vada ci rilascia la solita tiritera: non erigiamo muri, creiamo ponti e accogliamo tutti! Fa, inoltre, il solito paragone: i nostri avi sono stati migranti come questi ecc… I nostri avi non si toccano e non si paragonano ad altri soprattutto a questi: SONO ANDATI A LAVORARE là dove serviva mano d’opera, hanno saputo costruire e portare la nostra voglia di vita e di lavoro! Erano altri tempi e altri modi per essere migranti! I nostri avi sono stati veramente “una grande ricchezza”per tutti noi anche per i politici che sottovalutano il loro operato(persino morendo in mniere!)! Giudicate questi che arrivano dall’africa, dall’est europa, i rom, i sudamericani con”macete” che tipo di ricchezza rappresentano: però i nostri politici li giudicano così; fanno finta di non vedere quello che è visibile a tutti: degrado, sporcizia, pericolosità (l’introvabile Igor la bestia per il cui ritrovamento vengono spesi soldi pubblici circa € 200.000 al giorno!), furti di giorno e di notte(ci si può difendere solo di notte!!), stupri in pieno giorno, centri di accoglienza stracolmi (incluse le proteste dei migranti accolti con roghi e distruzione di suppellettili!) campi rom da dove partono e si rifugiano nomadi dopo aver effettuato furti in casa in stazione dovunque! Riflettiamo profondamente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*