Il nuovo acceleratore lineare della Asl di Pescara

Entra in funzione il nuovo acceleratore lineare nella Unità Operativa di Radioterapia della ASL di Pescara, denominato Varian “Trilogy Sterotactic System”.

E’ già in funzione all’ospedale “Santo Spirito” di Pescara il macchinario Varian “Trilogy Sterotactic System”, tra i più moderni nel panorama degli acceleratori lineari in termini di potenza, versatilità, affidabilità e precisione, poichè  permette di trattare una vasta gamma di patologie tumorali con la più moderna tecnologia quale la radioterapia conformazionale 3D (3D-CRT), la radioterapia ad intensità modulata (IMRT), tecniche Gated Rapid-Arc, radioterapia stereotassica body (SBRT) e trattamenti radiochirurgici (SRS). Il secondo acceleratore lineare, in funzione da ieri, consentirà di trattare 40 pazienti al giorno dal lunedì al venerdì. E’ stato acquistato dalla Asl pescarese nel 2016 e costa 2 milioni e mezzo di euro. Nel 2018 anche il vecchio acceleratore lineare, risalente al 2002, sarà sostituito da una nuova apparecchiatura ha annunciato il direttore generale dell’azienda sanitaria Armando Mancini che ha incontrato la stampa insieme al direttore del Dipartimento Diagnosi e Cura dei Tumori Valerio De Francesco, al dirigente medico responsabile dell’ Unità Operativa Complessa di Radioterapia Gina Valerio e al dirigente responsabile dell’Unità Operativa Semplice Dipartimentale Fisica Sanitaria Piera Turano e al coordinatore tecnico sanitario di Radiologia Medica Antonio Maiorano. La nuova apparecchiatura permette di ottimizzare terapie mirate per i malati oncologici.

IMG_0278

1 (2)

In una nota della Asl si legge che “Le capacità di questo nuovo acceleratore lineare permettono di ridurre al minimo i danni ai tessuti sani, aumentando l’efficacia, la sicurezza e la tollerabilità dei trattamenti radianti somministrati. L’apparecchio è dotato dei più moderni sistemi di imaging “on-board” (Cone-Beam TC) e sistemi a guida ottica che permettono in maniera rapida e precisa di “vedere” il bersaglio durante il trattamento con un alto grado di precisione e di correggere istantaneamente sia il posizionamento del paziente che le modalità di erogazione del fascio di irradiazione in modo da riprodurre al millimetro il trattamento radioterapico pianificato (Image-Guided Radiotherapy). Tutto lo staff medico, tecnico, fisico ed infermieristico della U.O. di Radioterapia di Pescara ha seguito un percorso di aggiornamento e specializzazione con il supporto di Centri italiani ed europei di riferimento nel campo della radioterapia oncologica per trattamenti di alta specializzazione, come nel caso dei trattamenti TBI (Total Body Irradiation) e TMI (Total Marrow Irradiation) di condizionamento per il trapianto di midollo nelle patologie oncoematologiche e dei trattamenti dei tumori solidi dell’adulto e dell’infanzia”.

2 (1)

 

IL SERVIZIO DEL TG8:

 

Sii il primo a commentare su "Il nuovo acceleratore lineare della Asl di Pescara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*