Il guerriero di Capestrano tra conoscenza archeologica e immaginazione creativa

guerriero-capestranoguerriero-capestrano

Il guerriero di Capestrano tra conoscenza archeologica e immaginazione creativa è il tema della manifestazione, organizzata dal Soroptimist International club di Chieti, in programma per venerdì.

Una estemporanea di pittura a tema, a cura del Liceo Artistico e Coreutico di Chieti , all’ex pescheria, ed un convegno su esperienze e riflessioni a confronto, presso la Camera di Commercio di Chieti. Sono le iniziative in programma venerdì 20 maggio nell’ambito della manifestazione “Il guerriero di Capestrano tra conoscenza archeologica e immaginazione creativa” , organizzata dal  Soroptimist International club di Chieti.Le opere realizzate, saranno esaminate e premiate da una giuria presieduta dal maestro Luciano Primavera. Potranno essere acquistate con un minimo contributo, il cui ricavato sarà devoluto al Soroptimist. Il convegno vedrà la partecipazione di studiosi ed esperti che si confronteranno sul guerriero e la necropoli di Capestrano e sui temi “Dalla scoperta alle varie esposizioni della statua più famosa al mondo” e “Dalla storia al mito nel segno dell’ambiguità”. Dopo i saluti del sindaco Umberto Di Primio, il presidente della Camera di Commercio Roberto Di Vincenzo, ci saranno gli interventi della presidente del Soroptimist International club di Chieti Francesco Pucci , l’architetto, già direttore tecnico del Museo archeologico nazionale che ha sede all’interno della Villa Comunale di Chieti, l’archeologo , rappresentante del Ministero dei beni Ambientali Vincenzo d’Ercole, il giornalista e docente di filosofia e semiotica Gian Piero Jacobelli. Introduce e coordina i lavori il consulente di comunicazione Salvatore Toriello.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Il guerriero di Capestrano tra conoscenza archeologica e immaginazione creativa"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*