I rischi dell’uso scorretto del telefonino in Abruzzo

cellulare-alla-guida

L’uso scorretto del telefonino anche in Abruzzo ha sempre più spesso conseguenze drammatiche. In aumento gli incidenti stradali. Mini sondaggio del Tg8.

Il telefonino è diventato lo strumento tecnologico più usato da adulti e persino dai bambini , da cui ormai non riusciamo a separarci neppure di notte. E’ indubbio che se ne fa un utilizzo smodato e scorretto e che sempre più spesso è causa di incidenti stradali in Abruzzo, anche mortali. Solo a Pescara dall’inizio dell’anno si sono verificati 361 incidenti per l’uso scorretto degli smartphone. Se fino a qualche tempo fa il dibattito era incentrato sugli effetti dannosi per la salute e il paventato rischio tumori per chi lo utilizza per troppe ore al giorno ora impazza un altro preoccupante argomento: la distrazione di chi si mette alla guida di auto ed altri mezzi di trasporto ed invia sms e consulta posta elettronica e messaggi, mettendo così a repentaglio la sua vita e quella di chi ha la sfortuna di trovarsi sulla sua strada. La polizia municipale di Pescara ha intensificato i controlli ed ha elevato multe sulle strade cittadine ma gli automobilisti distratti dal telefonino e senza auricolare sono in aumento. Chi viene sorpreso alla guida con il telefonino in mano rischia la decurtazione di 5 punti alla patente ed una multa di 161 euro. Il rischio più grave è quello di poter morire oppure uccidere qualcuno e ,con l’inserimento nel codice penale del reato dell’omicidio stradale, la pena è la reclusione in carcere. Abbiamo sentito il parere della gente e quasi nessuno ammette di compiere infrazioni a causa del cellulare.

 

genteatelefonino

Sii il primo a commentare su "I rischi dell’uso scorretto del telefonino in Abruzzo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*