I percorsi in Abruzzo tra vino e cultura

I percorsi in Abruzzo tra vino e cultura attraverso dieci itinerari, per iniziare, individuabili da un sito internet e presto anche da un’applicazione.

E’ la nuova iniziativa del Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo, insieme all’agenzia Circle Studio, con il supporto di fondi europei dal Piano Sviluppo Rurale della Regione. Dal sito www.percorsi.vinidabruzzo.it una mappa interattiva molto intuitiva e facile da usare, a disposizione dei turisti con tanto di navigatore per condurli per mano nei luoghi più suggestivi, far conoscere le bellezze del territorio ed anche far loro visitare almeno un centinaio di cantine. Il supporto, anche cartaceo, copre tutto il territorio regionale. Dal lancio del sito internet già numerosi i visitatori, mentre nei giorni scorsi, Valentina Di Camillo, socio del Consorzio, ha accompagnato diversi giornalisti di settore tra i luoghi più suggestivi, raccogliendo entusiasmanti impressioni:

“Questo progetto – ci spiega Valentino Di Campli presidente del Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo – vuole diventare un punto di riferimento per visitatori, turisti, operatori pubblici e privati in grado di diffondere la conoscenza dei luoghi e degli itinerari turistici, favorire la ricettività delle cantine, promuovere gli eventi e il territorio.”

E proprio dal connubio vino e territorio che si ottengono i riconoscimenti più importanti, come ribadisce l’assessore regionale all’agricoltura Dino Pepe che punta in modo particolare sull’opportunità da parte di turisti o operatori di visitare le cantine:

“L’incontro diretto tra vignaioli e clienti favorisce una più stretta fidelizzazione e permette di valorizzare ancora di più i prodotti locali, stabilendo un filo diretto tra la qualità del vino ed il proprio territorio d’origine. Inoltre chi visita un’azienda – spiega ancora Pepe – é più propenso a mantenere i contatti con essa, ad acquistare i suoi prodotti e a promuoverli.”

 

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "I percorsi in Abruzzo tra vino e cultura"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*