Hatria Teramo: ancora 32 ore di sciopero

Hatria Teramo: ancora 32 ore di sciopero dopo la decisione dell’azienda di procedere con i licenziamenti malgrado il tavolo in programma mercoledì.

Ancora scioperi all’Hatria di Teramo. Dopo la decisione dell’azienda di procedere con i licenziamenti, nonostante la convocazione per il 25 ottobre del relativo tavolo al ministero dello Sviluppo economico, i lavoratori della storica azienda produttrice di sanitari hanno scelto la strada della protesta a oltranza.

“Al fine di valorizzare e qualificare il tavolo istituzionale del 25, che ha visto l’interessamento del viceministro – scrivono i sindacati – l’assemblea dei lavoratori ha assunto la decisione di proseguire le iniziative di lotta”. I lavoratori si riuniranno in assemblea permanente davanti allo stabilimento domani sabato 21 e domenica 22; sciopero di 32 ore, distribuito in otto ore giornaliere su ogni turno di lavoro, da lunedì 23 ottobre a giovedì 26 ottobre, con il blocco di ogni forma di lavoro supplementare, infine convocazione di una nuova assemblea dei lavoratori per giovedì 26 ottobre. “La Rsu e le segreterie di Filctem e Femca Teramo – concludono i sindacati – si riservano di adottare ulteriori iniziative sulla base degli sviluppi della vertenza in corso”.

Sii il primo a commentare su "Hatria Teramo: ancora 32 ore di sciopero"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*