Grandinate e danni maltempo in Abruzzo: le iniziative della Regione e dei Comuni

La Giunta regionale ha deliberato la presa d’atto dell’eccezionalita’ degli eventi verificatisi sulla fascia costiera abruzzese flagellata da vento, grandine e pioggia.

La giunta regionale, presieduta dal governatore Marco Marsilio, questa mattina, dopo aver inviato specifica nota al capo Dipartimento della Protezione civile nazionale sulla prima conta dei danni subiti, sia su proprieta’ pubblica che privata come emerso ieri nella riunione al Coc di Pescara, ha dato inoltre mandato alla struttura regionale di Protezione civile di adempiere ai provvedimenti necessari. Inoltre, ha preso atto della comunicazione ufficiale ai 305 Comuni abruzzesi coinvolti sull’attivazione della procedura di ricognizione di danni e fabbisogni mediante piattaforma telematica.

A Pescara il Comune ha predisposto degli avvisi pubblici per segnalare i danni subiti a causa della violentissima grandinata del 10 luglio 2019:

http://www.comune.pescara.it/internet/index.php?codice=119&IDbando=550&fbclid=IwAR2cTMwxJlivSsFZjRCCyv0nYBODwH-W798SfxdXU0BbyGh0RBxUIbmwnWk

Dopo le avverse condizioni meteorologiche dello scorso 10 luglio, che hanno provocato numerosi danni, oggi la giunta comunale di Montesilvano, guidata dal sindaco Ottavio De Martinis, ha approvato una delibera per la dichiarazione dello stato di emergenza rendendo noto ai cittadini che l’amministrazione comunale procederà ad una ricognizione dei danni subiti al patrimonio pubblico, privato e alle attività produttive.

La domande dovranno essere presentate entro il 18 luglio alle ore 17,30. I moduli si possono scaricare sul sito internet del Comune di Montesilvano (www.comune.montesilvano.pe.it).

A San Salvo il sindaco Tiziana Magnacca parla di agricoltura in ginocchio e danni ingenti.

Il Comune di Spoltore ha pubblicato sul suo sito istituzionale un avviso, rivolto ai cittadini, sulla ricognizione per i danni da maltempo di mercoledì scorso (10 luglio 2019): considerata “l’urgenza di comunicare alla Regione una prima quantificazione dei danni” si chiede ai cittadini interessati di “inviare al Comune una comunicazione contenente, nome e cognome o ragione sociale, indirizzo, tipologia di danno, quantificazione del danno subito (anche stimata), e contatto telefonico. E’ consentito allegare anche documentazione fotografica.

Le segnalazioni devono essere presentate al protocollo dell’ente (anche via mail all’indirizzo [email protected]it) entro giovedì 18 luglio 2019: per informazioni e chiarimenti, il referente del Comune di Spoltore è Giuseppe Del Pretaro (tel. 329-3740861).

La nota spiega che “la Regione Abruzzo”, come richiesto anche dal Comune di Spoltore, “ha avviato le procedure per ottenere lo Stato di emergenza”: i Comuni sono pertanto chiamati a eseguire una prima ricognizione e quantificazione dei danni subiti del patrimonio pubblico, privato e delle attività, da inoltrare alla Regione. Possono essere segnalati anche i danni subiti dai beni mobili registrati (automobili, moto, motorini, camper, camion ecc).

Successivamente, e solo nel caso in cui il governo dovesse riconoscere lo stato di calamità, “ogni cittadino dovrà presentare la documentazione relativa ai danni e alle spese sostenute sulla base della quale sarà valutato il ristoro economico”.

Intanto il sindaco Luciano Di Lorito spiega che “In seguito agli eventi atmosferici eccezionali che hanno caratterizzato la giornata di mercoledì 10 luglio, sono in corso delle operazioni straordinarie di pulizia della città per ripristinare il decoro e la qualità dei luoghi. Si ricorda ai cittadini che è necessario, nei limiti del possibile, differenziare i rifiuti prodotti: si chiede in particolare di separare gli ingombranti dalla parte indifferenziata, altrimenti non sarà possibile procedere al ritiro e allo smaltimento del rifiuto.

I ritiri continueranno come da calendario: questa sera (venerdì 12 luglio 2019) devono essere portati fuori casa i mastelli dell’indifferenziato. Si ricorda dunque di non lasciare plastica, carta o vetro. Per eventuali informazioni o difficoltà, è possibile contattare la Rieco al numero verde 800 521 506″.

Il Sindaco di Teramo apre il Coc:

Viste le condizioni metereologiche avverse e in considerazione delle previsioni diramate dalla Protezione Civile, il sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto ha attivato le procedure per l’apertura del COC  (Centro Operativo Comunale) sin dal pomeriggio di oggi, Venerdi 12 Luglio, disponendone l’attivazione anche per tutta la giornata di domani. Il COC è insediato nella sede del Comando della Polizia Municipale, in Piazzale San Francesco; tel. n: 0861324317.

A Pescara il Coc resta aperto:

Il Centro operativo comunale (Coc) di Pescara resta aperto. A due giorni dall’eccezionale ondata di maltempo che si è abbattuta sul capoluogo adriatico e su gran parte della fascia costiera abruzzese.

Lo conferma il sindaco Carlo Masci il quale afferma che si tratta di “Una decisione legata anche al nuovo avviso di allerta ‘arancione’ diffuso, per sabato 13 e domenica 14, dal Centro funzionale della Regione Abruzzo. Mercoledì scorso siamo rimasti tutti sorpresi, non avevamo avuto nessuna comunicazione, c’era solo allerta gialla, che si riferisce a temporali ordinari. A Pescara siano stati subito aperti i cantieri per ripristinare le condizioni di sicurezza nelle strade colpite dal nubifragio. Ci sono quattro imprese private che stanno lavorando con la somma urgenza, tutta la macchina organizzativa è partita subito, dalla sera stessa di mercoledì, e due aree di controllo sono state attivate, nel Coc e in Prefettura”.

 

Sii il primo a commentare su "Grandinate e danni maltempo in Abruzzo: le iniziative della Regione e dei Comuni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*