Gran Sasso: escursionisti recuperati sulla Ferrata Ventricini

Oggi, 19 agosto, altri due giovani escursionisti in difficoltà sono stati recuperati e messi in salvo dal personale del 118 e del Soccorso alpino e speleologico d’Abruzzo.

I due escursionisti, un ventottenne residente a Milano e una donna russa, di 31, residente ad Avellino, partiti questa mattina dai Prati di Tivo, in direzione della Madonnina, sul versante teramano del Gran Sasso, avevano intenzione di fare una escursione sul Corno Piccolo, che con i suoi 2655 m sul livello del mare è la quinta vetta del Gran Sasso. Sempre oggi era stato effettuata un’altra operazione di soccorso sul Corno Piccolo.

Dopo aver imboccato il sentiero Ventricini sono, però, incappati nell’omonima ferrata e , hanno percorso erroneamente il sentiero Ventricini, che li ha condotti all’attacco della ferrata. Dopo aver tentato di aggirare l’ostacolo per qualche ora hanno finalmente deciso di allertare il 118 e l’eliambulanza, di stanza a Preturo, con a bordo il tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino e Speleologico, ha proceduto al recupero con il verricello e al trasporto dei due escursionisti fino ai Prati di Tivo.

Sii il primo a commentare su "Gran Sasso: escursionisti recuperati sulla Ferrata Ventricini"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*