Giustizia esosa a Lanciano: La perizia d’oro in Cassazione

Giustizia esosa a Lanciano: la perizia d’oro in Cassazione,  il legale di una pensionata del capoluogo frentano ricorre alla suprema  corte per un caso incredibile.

E’ una vicenda giudiziaria talmente elementare nella sua struttura originale che, pensare siano passati già 10 anni dal suo avvio, lascia senza parole. A rendere ancora più grottesca la storia una consulenza faraonica per una banale stima su lavori da meno di 10 mila euro, di ben 5500 euro, perfino avallata anche dalla Corte d’Appello. Per l’anziana lancianese, oggi 70enne, che vive di una pensione minima, sembra di non poter mai svegliarsi da quello che sembra un vero e proprio incubo. Il caso é un classico in ambito civile, un cliente che resta insoddisfatto da una prestazione lavorativa e chiede conto alla competente autorità giudiziaria, nello specifico la donna ha ritenuto che la ditta che le ristrutturato parzialmente la sua abitazione, non avrebbe svolto i lavori secondo le indicazioni fornite. Da qui la citazione in giudizio, parliamo di 10 anni fa, e già per questo la vicenda ha del clamoroso, a rendere ancora più incredibile il tutto la parcella richiesta da un consulente per la perizia svolta nella casa della donna: 5500 euro che il giudice di Corte d’Appello ha stabilito che vengano pagati. Soldi e tempo che la donna teme di non avere più, non solo per l’età, ma anche per una disponibilità personale limitata avendo già speso parecchi soldi. Il suo legale Vincenzo De Lauretis ha così deciso di ricorrere in Cassazione per verificare se l’operato dei magistrati di Lanciano sia stato corretto o meno, visto che su una pratica così modesta, la macchina giustizia, e quindi lo Stato e quindi i contribuenti, abbia dovuto sperperare cosi tanti soldi e tempo.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Giustizia esosa a Lanciano: La perizia d’oro in Cassazione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*