Giulianova: incendio in via Montello, probabile dolo

Un forte boato provocato da una esplosione, poi le fiamme e tutto il quartiere al buio: a Giulianova incendio in via Montello, probabile il dolo.

L’incendio è divampato in una rimessa di via Montello a Giulianova dove le fiamme hanno interessato anche il garage del vicino e alcuni cavi elettrici, per questo sia via Montello sia via Parini sono rimaste fino per diverse ore senza corrente elettrica. A provocare l’incendio e l’esplosione è stata la combustione di un’autovettura. Il garage di lamiera e con il tetto in eternit, dove era posteggiata la vettura, è andato completamente distrutto, coinvolti nell’incendio anche due ripostigli confinanti in cui erano custoditi attrezzi da giardino, biciclette e un motorino. Grazie alla prontezza di due carabinieri si è riusciti a portare subito in salvo una donna anziana invalida, rimasta sola nella casa vicina e con il fumo che aveva già invaso la propria abitazione. Nessun ferito, ma tanta paura per tutti e un quartiere sveglio in piena notte. Si teme che l’incendio possa essere di origine dolosa, anche perché circa un anno fa una componente della stessa famiglia perse un’altra auto tra le fiamme, divampate a pochi metri dal luogo dove si è verificato l’incendio della notte scorsa. Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri; già l’episodio della scorsa primavera aveva destato diversi dubbi, avvalorati dal racconto di un vicino che riferì di avere sentito una motocicletta ripartire a gran velocità poco prima dell’esplosione della vettura. L’ora quasi coincidente dei due episodi e le modalità simili contribuiscono ad alimentare la paura dei residenti.

 

1 Commento su "Giulianova: incendio in via Montello, probabile dolo"

  1. david celiborti | 20/07/2017 di 09:24 | Rispondi

    Oggi si è trovato un altro modo o di vendicarsi o di divertirsi barbaramente appiccando il fuoco a case o al verde! Credo che più se ne parla più cresce il”godimento” di questi scriteriati malviventi! La cabala dice che ogni episodio criminale, a lungo pubblicizzato, si è sempre reiterato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*