Giulia Di Sabatino, sit-in contro l’archiviazione

giuliadisabatinogiuliadisabatino

Sit-in il 22 giugno a Teramo che chiedere che il caso Giulia Di Sabatino, la ragazza trovata di Tortoreto morta sotto un cavalcavia, non venga archiviato.

Chiedono che sia fatta luce sulla vicenda e il caso non venga archiviato i familiari di Giulia Di Sabatino, la diciannovenne di Tortoreto trovata morta sotto un cavalcavia della A14 il 1 settembre del 2015. La famiglia della ragazza, in vista della probabile archiviazione del caso, giovedì 22 giugno, a partire dalle ore 10, darà vita ad un sit-in, dinanzi al Tribunale di Teramo, per chiedere che la vicenda non venga archiviata. Sui social e a Tortoreto sono comparsi messaggi e locandine per chiedere un sostegno.

nei messaggi si legge che ” Esiste la concreta possibilità che il caso giudiziario di Giulia venga chiuso con troppa facilità e senza nessun colpevole. Noi a gran voce diciamo no. Oltre alla manifestazione prevista dinanzi al palazzo di giustizia, è stata anche avviata una petizione Verità per Giulia”.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Giulia Di Sabatino, sit-in contro l’archiviazione"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*