Giudice di pace di Atri condanna Eni a rimborsare utente

Giudice di pace di Atri condanna Eni a rimborsare utente. Esulta l’associazione Codici che ha fornito piena assistenza legale rispetto ad una vicenda particolarmente spinosa.

La vittima, di cui non sono state rese le generalità, si era rivolta a Codici a seguito di un decreto ingiuntivo ricevuto da Eni per il pagamento complessivo di oltre 3000 euro, oltre a 457 euro di spese legali, riferita a fatture insolute per l’addebito di consumi gas. Secondo l’utente questa somma non era dovuta perchè calcolata sulla base di consumi stimati, relativi a periodi in cui si trovava all’estero. La condotta dell’Eni era apparsa ancora più illegittima perchè aveva ignorato le richieste dell’utente di interrompere la fornitura  prima della sua partenza. Nonostante le molteplici sollecitazioni i tecnici incaricati avevano sempre disertato gli appuntamenti fissati. Alla luce dei fatti il giudice di pace di Atri ha annullato il decreto ingiuntivo condannando l’Eni al rimborso delle spese legali per circa 1700 euro.

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Giudice di pace di Atri condanna Eni a rimborsare utente"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*