Gianluca Vacca M5S: Pettinari “controllato”?

Vacca-Gianluca

Gianluca Vacca M5S: Pettinari “controllato”? Il parlamentare abruzzese del Movimento 5 Stelle, in relazione alla vicenda dell’agente di polizia sospeso, si chiede se la pagina facebook del consigliere regionale Domenico Pettinari sia controllata dall’entourage di D’Alfonso.

Tutto questo alla luce dei particolari emersi dopo le note esternazioni in Consiglio Regionale del presidente Luciano D’Alfonso contro un agente di Polizia della Questura di Pescara che stava indagando su “La City” e poi oggetto di provvedimenti disciplinari che hanno portato alla sua sospensione e al possibile trasferimento in altra Questura.

“In merito all’attacco del presidente D’Alfonso alla Squadra Mobile di Pescara, leggiamo oggi sul quotidiano Il Centro che il messaggio erroneamente inviato dal poliziotto della mobile Pavone sul profilo facebook di Pettinari, ‘viene cancellato dopo venti secondi ma l’entourage di D’Alfonso fa in tempo a vederlo, stamparlo e a darlo al presidente’. Ora ci chiediamo, qualora sia vero quanto riportato dal quotidiano, come sia possibile che un commento rimasto pochi secondi su una pagina social venga immediatamente notato e segnalato da qualcuno vicino al presidente D’Alfonso. È una semplice, ma alquanto improbabile, coincidenza o magari c’è qualcuno che monitora continuamente l’operato degli eletti del M5S? Insomma come ha fatto D’Alfonso a venire a conoscenza di un commento apparso pochi secondi su una pagina facebook?”

Sulla vicenda interviene anche lo stesso Domenico Pettinari:

“Io stesso non ho neanche fatto in tempo a leggere il presunto commento di Pavone, che ricordiamolo nulla aveva a che fare con le inchieste sulla City, eppure qualcuno sembra sia riuscito in pochi secondi a leggerlo, copiarlo e inviarlo al presidente D’Alfonso –  continua Pettinari – Nel ribadire la nostra più totale solidarietà alla Squadra Mobile e all’operato delle forze inquirenti, e contestualmente la nostra ferma condanna per gli attacchi del presidente, e in attesa che anche l’interrogazione parlamentare faccia chiarezza sulle eventuali ingerenze del mondo politico su indagini delicatissime in corso, ci riserviamo d’intraprendere tutte le azioni possibili per fare luce su questo ulteriore aspetto inquietante della vicenda”

 

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Gianluca Vacca M5S: Pettinari “controllato”?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*