Furti nelle scuole a Chieti: Di Primio, nessun allarmismo

scuolachieti

Ancora furti nelle scuole a Chieti. Il sindaco Umberto Di Primio invita a non creare allarmismi.

Dopo il furto compiuto nella notte tra venerdì’ e ieri in una scuola primaria  a Chieti salgono a tre gli istituti scolastici visitati dai ladri in poche settimane  nel capoluogo teatino. Il sindaco Umberto Di Primio invita a non creare allarmismi ma sollecita che vengano intensificati i controlli sul territorio. Sebbene i dati a livello nazionale  e locale parlino di una diminuzione dei reati la popolazione si dice preoccupata dal problema di mancanza di sicurezza. Rapine  e furti sia in negozi, abitazioni ma anche scuole. Proprio ieri in Abruzzo è tornato il ministro Angelino Alfano per presentare il suo libro. La prima volta di un ministro dell’interno a Celano. Il sindaco di Chieti, Di Primio, incontra ogni settimana il ministro  che conosce bene la situazione e quindi il primo cittadino invita a non creare allarmi sulla criminalità in città. Certo però ci fanno notare i cittadini nonostante le autorità forniscano numeri positivi non è solo la percezione della sicurezza a creare ansie e preoccupazioni ma anche gli episodi che si ripetono nel tempo a non far stare tranquille le famiglie.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Furti nelle scuole a Chieti: Di Primio, nessun allarmismo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*