Fucino: una rete intubata per l’irrigazione da 50 milioni

Firmata in Regione la convenzione per la progettazione e la realizzazione della rete intubata per l’irrigazione del Fucino del costo di 50 milioni di euro.

Dopo 20 anni di attesa sarà realizzata nel Fucino una rete intubata per l’irrigazione grazie ai 50 milioni di euro reperiti dalla Regione.Soddisfazione è stata espressa dal presidente del Consorzio di Bonifica Ovest bacino Liri-Garigliano Gino Di Berardino.

Il presidente Di Berardino afferma : “È un momento particolare perché dopo un’attesa lunga 20-30 anni, si sta realizzando un sogno. In particolare si tratta di intubare la rete idrica per un territorio di circa 12mila ettari. I fondi fanno parte del Masterplan. Sui tempi di realizzazione la firma della convenzione con la Regione consente, con immediatezza di dare il via alla procedura di realizzazione del progetto esecutivo che sarà pronto entro giugno e da giugno comincia la raccolta dei pareri. Da lì a 60- 80 giorni dovrebbe partire  la gara d’appalto. Il progetto fornirà la copertura idrica alla Marsica. Un progetto che deve essere sostenibile economicamente e ambientalmente. Utilizzando i 50 milioni per intubare l’intera rete idrica nella piana del Fucino, rispettando il protocollo che ci viene dall’Europa, possiamo risparmiare il 50% di acqua che oggi usiamo invece di buttarla dentro i canali”.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Fucino: una rete intubata per l’irrigazione da 50 milioni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*