Farindola: ladri messi in fuga dai carabinieri

A Farindola tre ladri, intercettati dai carabinieri, sono stati costretti a lasciare la refurtiva e a fuggire.

La notte scorsa, alle 3.30 , i carabinieri della Compagnia di Penne, nel corso dell’attività notturna di controllo del territorio, hanno intercettato, in località Villa Cupoli di Farindola, un’autovettura sospetta. Alla vista dei militari dell’Arma tre persone sono state costrette a fuggire a piedi per i campi circostanti e a lasciare una vettura Golf rubata in provincia dell’Aquila nei giorni scorsi. I tre sono riusciti,comunque, a rubare successivamente una Fiat 500 in provincia di Teramo e a far perdere le tracce. Il veicolo è stato poi abbandonando a Cappelle Sul Tavo  dai malviventi che nel frattempo si sono impossessati di un’Audi. Sono, però, stati intercettati dai  carabinieri di Pescara che hanno iniziato un inseguimento anche lungo la A14, arrivando poi ad Agnone in Molise, dove i ladri hanno abbandonato anche la terza auto e si sono dileguati a piedi per le campagne. Nella prima auto abbandonata i carabinieri, coordinati dal Maggiore Alessandro Albano hanno recuperato 600 pacchetti di sigarette, 2.200 euro in contanti, i gruppi ottici anteriori di una Porsche Cayenne e dolciumi vari, tutta merce risultata rubata nella notte in alcuni esercizi commerciali della zona di Penne.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Farindola: ladri messi in fuga dai carabinieri"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*