Ex Majella Morrone: protesta dei dipendenti

I dipendenti della cooperativa Samidad i quali svolgono i servizi della ex  Majella Morrone, minacciano lo sciopero per gli stipendi non pagati.

Sono sul piede di guerra e minacciano di scioperare se non verranno corrisposti gli stipendi dovuti sindacati e lavoratori della cooperativa Samidad che svolgono i servizi della ex Majella Morrone in Val Pescara. Come già accaduto in passato i dipendenti lavorano regolarmente ma non percepiscono gli stipendi. La mensilità non liquidata è quella di giugno e i sindacati si sono rivolti al prefetto Francesco Provolo al quale è stato chiesto di avviare le procedure di raffreddamento coinvolgendo il presidente della cooperativa Samidad, il presidente dell’Ecad numero 17, che è il soggetto gestore, e il commissario liquidatore della Comunità Montana Montagna Pescarese. Se la procedura non dovesse portare ai risultati sperati i sindacati annunciano una giornata di sciopero.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Ex Majella Morrone: protesta dei dipendenti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*