Elezioni regionali Abruzzo: Legnini “Caso Udc, un paradosso”

Il caso Udc, che sta creando frizioni nel centro destra che sostiene Marco Marsilio, è un paradosso secondo il candidato presidente Giovanni Legnini che sottolinea l’unità di intenti all’interno della sua coalizione in campo per le elezioni regionali del 10 febbraio.

Sostenibilità ambientale e attenzione alle fasce più deboli della popolazione sono i temi prioritari, insieme a lavoro e sanità, dei programmi elettorali delle liste “Progressisti con Legnini: Sinistra Abruzzo”“+Abruzzo solidale, liberale, popolare, sostenibile con Legnini” presentate oggi a Pescara alla presenza del candidato presidente della Regione Abruzzo Giovanni Legnini il quale si è detto soddisfatto per le qualità dei candidati che compongono le otto liste che sostengono la sua candidatura mentre il centro destra è ancora alle prose con i problemi legati alla lista dell’Udc.

Nel comitato elettorale di via Piave il segretario provinciale di Articolo Uno Francesco D’Agresta ha presentato i sette candidati della lista dei “Progressisti con Legnini” ed ha ricordato le battaglie sostenute per il miglioramento della qualità della vita e la difesa dell’ambiente.

Nell’altro comitato di piazza Salotto l’ex sottosegretario di Stato Federica Chiavaroli, alla presenza dell’ex ministro della Salute Beatrice Lorenzin, ha presentato i candidati delle quattro liste provinciali  “+ Abruzzo con Legnini” all’interno delle quali troviamo ci sono volti noti della politica ma anche numerose persone impegnate in diversi ambiti: dal mondo imprenditoriale a quello sociale.

IL SERVIZIO DEL TG8:

 

 

 

 

Sii il primo a commentare su "Elezioni regionali Abruzzo: Legnini “Caso Udc, un paradosso”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*