Edilizia scolastica in Abruzzo: dal Miur altri 20 milioni circa

banchiscuole

Edilizia scolastica in Abruzzo: dal Miur altri 20 milioni circa che si vanno ad aggiungere ai 22 milioni già assegnati.

A comunicarlo una nota stampa della Presidenza della Regione che spiega – Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) ha assegnato all’Abruzzo 19.767.600,54 euro per 49 interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici. La somma proviene da economie di gara del programma “Scuole Sicure”, un bando predisposto dal MIUR e attivato ai sensi dell’art. 48 del decreto legge 66/2014 cui hanno risposto le amministrazioni comunali; in precedenza erano già stati finanziati in Abruzzo 40 interventi per 22.494.151,30 euro.Va sottolineato che l’Abruzzo ha ottenuto oltre il 41% della somma complessiva – pari a 47.543.943,25 euro – destinata a otto regioni per un totale di 204 interventi.

“E’ un segnale tangibile della sintonia tra l’amministrazione regionale e il Governo – ha commentato il Presidente Luciano D’Alfonso – che ancora una volta ci ha voluto premiare in maniera concreta”.

Questo l’elenco dei Comuni beneficiari, con la tipologia di scuola e la cifra ottenuta: Pianella, scuola dell’infanzia: 1.846.818,73 euro; Bellante, scuola dell’infanzia e secondaria: 775.000 euro; Rocca San Giovanni, scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado: 433.000 euro; Torricella Sicura, scuola primaria e secondaria di I grado Giovanni XXIII: 610.000 euro; Civitella del Tronto, scuola primaria e secondaria Gasbarrini: 790.000 euro; Castel di Sangro, scuola dell’infanzia: 295.000 euro; Bolognano, scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado: 248.000 euro; Miglianico, scuola secondaria di I grado “G. G. Valignani”: 1.000.000 euro; Tornareccio, scuola primaria e secondaria di I grado “P. Borrelli”: 62.000 euro; Paglieta, scuola secondaria di I grado: 148.000 euro; Sant’Omero, scuola secondaria di I grado: 516.500 euro; San Pio delle Camere, scuola primaria e secondaria di I grado: 180.000 euro; Fresagrandinaria, scuola primaria e secondaria di I grado: 100.000 euro; Torre de’ Passeri, scuola secondaria di I grado: 272.057,73 euro; Pollutri, scuola dell’infanzia e primaria: 403.000 euro; Torricella Peligna, scuola secondaria di I grado “V. Bellini”: 465.389,82 euro; Raiano, scuola secondaria di I grado “Anile”: 374.000 euro; Collecorvino, scuola primaria “De Juliis”: 331.018,20 euro; San Salvo, scuola dell’infanzia: 325.000 euro; Roccaspinalveti, scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado: 102.300 euro; Collelongo, scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di I grado: 422.157 euro; Mozzagrogna, scuola primaria capoluogo “Nicola M. Fosco”: 341.471,22 euro; Alanno, scuola dell’infanzia e primaria: 1.250.000 euro; Roccamontepiano, scuola primaria e secondaria di I grado: 80.000 euro; Casacanditella, scuola primaria e secondaria di I grado: 250.000 euro; Bucchianico, scuola secondaria di I grado: 190.750 euro; Canosa Sannita, scuola dell’infanzia e primaria: 118.000 euro; Quadri, scuola primaria e secondaria di I grado “B. Croce”: 341.000 euro; Balsorano, scuola secondaria di I grado: 873.370,60 euro; Farindola, scuola primaria e secondaria di I grado “Mazzocca”: 220.000 euro; Tossicia, scuola primaria e secondaria di I grado: 320.800 euro; Archi, scuola primaria: 153.000 euro; Torino di Sangro, scuola secondaria di I grado “D. Alighieri”: 240.000 euro; Lama dei Peligni, scuola primaria e secondaria di I grado “M. Tenore”: 220.000 euro; San Valentino in Abruzzo Citeriore, scuola primaria: 775.000 euro; Castellalto, scuola secondaria “B. Croce”: 368.865,83 euro; Civitella Roveto, scuola primaria “Ripandelli”: 418.000 euro; Casalincontrada: scuola dell’infanzia: 350.000 euro; San Vincenzo Valle Roveto, scuola primaria e secondaria di I grado “A. Moro”: 634.488,34 euro; Celenza sul Trigno, scuola primaria e secondaria di I grado: 331.000 euro; Fara San Martino, scuola secondaria di I grado: 363.000 euro; Colledara, scuola secondaria: 94.081,49 euro; Arielli, scuola primaria: 94.500 euro; Roccascalegna, scuola primaria e secondaria di I grado: 450.000 euro; Ortona, scuola dell’infanzia “Giardini”: 150.000 euro; Gessopalena, scuola primaria e secondaria di I grado: 450.000 euro; Atri, scuola dell’infanzia: 354.579,55 euro; Sant’Omero, scuola dell’infanzia capoluogo: 362.600 euro; Silvi, scuola primaria “Pianacce”: 273.852,03 euro

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Edilizia scolastica in Abruzzo: dal Miur altri 20 milioni circa"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*