Depurazione in provincia di Chieti, sos degli ambientalisti

depuratore_acquadepuratore_acqua

Depurazione in provincia di Chieti, sos degli ambientalisti sulla situazione dei fiumi e del mare. Intanto manifestazione il 12 marzo a Pescara.

Depurazione in provincia di Chieti, sos degli ambientalisti. Per le associazioni e i comitati la situazione è disastrosa. Presentazione dei dati ufficiali dal 2011 ad oggi sulle centinaia di verbali elevati a decine di impianti di depurazione. Associazioni, comitati e movimenti  Forum Abruzzese Movimenti per l’Acqua , Nuovo Senso Civico, Comitato No Inceneritore in Val di Sangro, Comitato No Stoccaggio San Martino sulla Marrucina e Comitato No Elettrodotti parlano degli effetti anche sull’asta del fiume Pescara e su quella del Trigno e invitano tutti i cittadini a partecipare alla manifestazione “Vogliamo mare e fiumi puliti in Abruzzo!”in programma per il 12 marzo a Pescara. E’ stato illustrato un documento  con tutti i verbali elevati dal 2011 al 2016 ai depuratori per varie criticità come l’assenza di autorizzazione allo scarico e il superamento dei limiti tabellari . Centinaia di verbali all’anno con un netto aumento delle infrazioni riscontrate. Dal dossier emerge che nel 2015 sono state elevate oltre 600 sanzioni, dopo i controlli effettuati in 85 depuratori di 55 comuni della provincia di Chieti ,8 dei quali si trovano  ad Ortona e 4 a Torino di Sangro. Sono state elevate sanzioni prevalentemente  per mancanza di autorizzazione allo scarico e del rispetto dei valori tabellari. Gli ambientalisti lanciano un appello ai Comuni affinchè intervengano presso le società che si occupano di depurazione a mettersi in regola e, in attesa dei dati sulla situazione esistente nelle altre province abruzzesi, invitano tutti ad essere presenti il 12 marzo in piazza Unione a Pescara per chiedere che i fiumi e il mare non diventino fogne . Al danno potrebbe aggiungersi la beffa di sanzioni che potrebbero essere elevate dall’Unione Europea e a pagare, ricordano le associazioni, saranno i cittadini, che già pagano per il servizio di depurazione che non viene svolto in maniera corretta.

QUI L’ELENCO COMPLETO DEI VERBALI

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Depurazione in provincia di Chieti, sos degli ambientalisti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*