Denuncia della Leal a Teramo: “gatti murati vivi all’ex manicomio femminile”

In merito alla vicenda che da giorni ha richiamato l’attenzione pubblica sulla sorte di 15 gatti all’interno dell’ex ospedale psichiatrico di Teramo, la LEAL, associazione Antivivisezionista fa una grave denuncia.

Attraverso il suo  legale, Aurora Loprete, la Leal fa sapere che    sono pervenute segnalazioni gravissime che confermerebbero la presenza degli animali all’interno dell’edificio di Via del Baluardo. Dalla documentazione fotografica prodotta è evidente che la struttura sia effettivamente occupata da alcuni gatti la cui sorte attualmente è gravemente pregiudicata dalla avvenuta muratura di muri e fessure a mezzo delle quali volontari provvedevano ad alimentarli e a farli bere. Le associazioni non possono più attendere un solo giorno. Le autorità devono intervenire per salvare gli animali dall’imminente morte per inedia. Non sono escluse clamorose manifestazioni di protesta già a partire da domani, i gatti, sostengono gli attivisti di Leal, stanno morendo di fame!

Sii il primo a commentare su "Denuncia della Leal a Teramo: “gatti murati vivi all’ex manicomio femminile”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*