Degrado a Pescara: sgomberati i tunnel della stazione

Degrado a Pescara: sgomberati i tunnel della stazione, questa mattina gli agenti della Polizia Municipale, in collaborazione con personale sanitario, hanno smantellato i bivacchi.

Nel contempo l’associazione “On The Road” da anni in prima linea per quel che riguarda le povertà estreme, con proprie unità mobili, ha provveduto all’assistenza e alla sistemazione dei senza fissa dimora. Tutto questo dopo qualche giorno dalla morte di una donna proprio in uno di questi tunnel. E qui restano cartoni, bottiglie vuote ed un odore nauseabondo in quello che sembra essere un primo giro di vite contro il fenomeno di bivacco ed accattonaggio in pieno centro, in un periodo ancora caratterizzato da numerose presenze turistiche dove, però, assicurano i volontari di “On The Road”, non c’é un vero e proprio pericolo sociale, ma solo un problema di decoro:

“Pescara sta cambiando – ci racconta Massimo Ippoliti responsabile povertà estreme dell’associazione “On The Road” – in questa sua fase di crescita da città a vera e propria area metropolitana, sta diventando attrattiva per un flusso sempre più crescente di persone, sia italiane che straniere, senza fissa dimora, clochards e persone dedite all’accattonaggio, ma é per lo più un flusso di passaggio che va monitorato, controllato ed assistito come stiamo facendo attraverso un sistema di rete con le politiche sociali del Comune e la Polizia Municipale. Anche perchè, al di là degli episodi di questi ultimi giorni, bisogna sottolineare che il numero di senza fissa dimora é diminuito rispetto agli anni scorsi.”

Giro di vite, dunque, dopo la morte della donna nel tunnel, i bivacchi in pieno centro e la toletta alla Nave di Cascella da parte di alcuni Rom, ed i risultati, facendo un giro in centro stamane, sembrano essere evidenti se si fa eccezione per un episodio accaduto in Corso Umberto stamane proprio mentre era sul posto una troupe di rete8. Uno straniero, in stato di ebbrezza, soccorso prontamente da un ambulanza, chi era con lui, alla nostra domanda sulle ragioni per le quali l’uomo avesse bisogno di cure mediche, ci ha risposto che non riusciva a camminare perché aveva un dolore al piede.

IL SERVIZIO DEL TG8:

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

1 Commento su "Degrado a Pescara: sgomberati i tunnel della stazione"

  1. valentina luisa di croce | 04/09/2017 di 17:28 | Rispondi

    Grazie al Comune di Pescara, alla Polizia Municipale ed al personale sanitario!
    GRAZIE A TUTTI!
    ERA ORA!!
    la mattina presto avevo paura di andare alla stazione dovendo passare a piedi sotto i tunnel e la stessa cosa la sera quando rientravo!
    Ho notato meno ” girovaghi” anche intorno al terminal dei pulman…e piu’ vetture della Polizia e della Polizia Municipale in giro in queste aree quasi abbandonate dalla legalita’!
    Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*