Decreto salva banche: Presidio dei risparmiatori beffati

banca etruria-2

Decreto salva banche: Inizia oggi a Roma, sotto il Ministero dello Sviluppo e dell’economia, il presidio dei risparmiatori beffati dopo i salvataggi di Banca Etruria, Carichieti, Banca delle Marche, e Cassa di Risparmio di Ferrara.

Ad organizzare la manifestazione di protesta Adusbef e Federconsumatori che in una nota ribadiscono al necessità di procedere al più presto alla fase dei risarcimenti:

“E’ possibile che in oltre 4 mesi non si é ancora giunti ad una soluzione? – si chiedono le associazioni – si tratta di un tempo più che sufficiente per prendere adeguati provvedimenti tesi a restituire ai risparmiatori quanto dovuto. Restiamo convinti – scrivono ancora le associazioni – nel sostenere la necessità di un rimborso totale per i risparmiatori truffati, spesso indotti ad effettuare investimenti ed operazioni finanziarie ad alto rischio dietro inganni o ricatti. Persino la soluzione individuata nell’arbitrato, a nostro avviso del tutto insufficiente e carente, é in attesa dei decreti attuativi, nei quali ci auguriamo si prevede un congruo rimborso, per i risparmiatori,definito attraverso un confronto con chi rappresenta le parti in causa.”

L'autore

Luca Pompei
Luca Pompei 50 anni nato a Pescara, inizia il lavoro di giornalista nel 1986 collaborando con un settimanale "La Nuova Gazzetta". Nel 1987 comincia a lavorare in televisione collaborando con la redazione sportiva dell' emittente TVQ. Riesce a conciliare lavoro e studio collaborando anche con altre emittenti come Rete8, Telemare, Tele Abruzzo Regionale e nel 1994 si laurea in Lingue e Letterature Straniere all'Università "G. d'Annunzio" con 110/110. Nel 1997 diventa giornalista professionista e nel 2005 pubblica il suo primo libro di racconti dal titolo "Leaves", nel 2016 il suo primo romanzo "La Talpa Muta". Tra le sue passioni anche la scrittura per il teatro con una serie di Monologhi messi in scena dalla Compagnia della Memoria.

Sii il primo a commentare su "Decreto salva banche: Presidio dei risparmiatori beffati"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*